Stylosa Special Edition

Edizione speciale omaggio a Lapo Elkann in occasione dell’inaugurazione di Garage Italia Customs

Vado all’essenza

IO DONNA – Corriere della Sera del 17 dicembre 2016

Effluvi intensi, talmente forti da farti viaggiare in un mondo virtuale di ricordi e impressioni.
Una sensazione già descritta dai poeti. E raccolta nelle preziose boccette delle fragranze di nicchia.

Due fragranze unisex per Lardini

13/9/2016 – il Sole 24 Ore

Si chiamano Verde 1978 e Legno 1978 i primi profumi nati dalla collaborazione tra Lardini e TerraModerna55., azienda emiliana creata da Daniele Cappello Riguzzi nel 2011, mentre 1978 è l’anno di nascita di Lardini, azienda marchigiana di abbigliamento maschile e femminile.

Le nuove creazioni olfattive di Lardini

16/11/2016 – VanityFair.it

Verde 1978 e Legno 1978, due profumazioni unisex che nella loro morbidezza creano un gusto semplice e raffinato

Si chiamano Verde 1978 e Legno 1978 le prime due fragranze della nuova collezione firmata da Luigi Lardini in collaborazione con TerraModerna55, azienda emiliana fondata da Daniele Cappello Riguzzi nel 2011. 

Due eau de parfum unisex che nella loro morbidezza creano un gusto semplice e raffinato: LEGNO 1978: legni di rovere, ciliegio, castagno e ginepro con un tocco di sandalo. VERDE 1978: erba tagliata, erba saponaria, quella che si sente nelle campagne italiane in primavera.

I flaconi si distinguono per la loro linea pulita ed elegante, sottolineando i colori istituzionali Lardini: il Verde ha il tappo ecru, il Legno il tappo Blu navy. Contenuti in un packaging che richiama la sartorialità del marchio, un sacchetto di cachemire blu ricamato con fiorellini bianchi che può esser poi utilizzato come un porta tutto.

IL PROFUMO DEI RICORDI

testo Marina Giannini – foto Riccardo Gallini

Una fragranza deve raccontare una storia. Terra Moderna 55 ne vuole raccontare tante. Tra queste, attraverso  le note olfattive, il ricordo di un’infanzia al porto di Riccione.

Un po’ patriota e un po’ poeta, Da-niele Cappello Riguzzi (fotografato sopra nel Pascucci Caffè di Riccione), modenese e riccionese di adozio-ne, appassionato motociclista con l’orgoglio e la voglia di trasmettere alle persone emozioni e ricordi di un tempo trascorso, si è inventa-to la memoria olfattiva. Una linea di profumi e fragranze inedite: le profumazioni Terra Moderna 55 nascondono nel loro elisir storie e tradizioni di prodotti unici al mondo, dal Lambrusco all’aceto di Modena no a ritrovare i ricordi dell’infan-zia, come il profumo dei gommo-ni al porto di Riccione annaffiato con l’olio solare Coppertone. “Voglio dare la possibilità alle persone di poter godere di emozioni e ricordi di un tempo passato attraverso il profumo. Questo si unisce e viene supportato dalla creatività e fan-tasia perché anche un odore, non proprio gradevole, se legato a un ricordo a noi caro, diventa piacevo-le. A differenza di altre produzioni, Terra Moderna 55 non si ispira alla realizzazione delle fragranze di luo-ghi di vacanza, a seducenti conqui-ste oppure all’idea della dolce vita, ma mette le mani nella terra e nelle tradizioni per trarne i profumi dalle emozioni più recondite.”

Come è nata l’idea del profumo? “Tutto è partito mentre percorrevo le colline con la mia moto. Ad un tratto ho sentito un forte odore di miscela e questo mi ha portato alla mia adolescenza. Ho pensato che come questo odore acre aveva sapu-to far scaturire questo sentimento, un profumo ‘umile’ può diventare, se racconta una storia, assai prezio-so e di nicchia. Terra Moderna 55 di storie ne vuole raccontare tante, dall’aceto balsamico di Modena alla ciliegia di Vignola, alle amarene di Zocca a ricordo di un incontro con Vasco Rossi. Ho inventato anche Cattedrale, un profumo di incenso e umile violetta nato per il lancio della nuova penna cult Guardian Angel al salone di Baselword 2014, per essere donato a Papa Francesco. Alla base del progetto è stata crea-ta un’iniziativa benefica chiamata Odore di buono.”

Essenze e profumi che attraggono anche il mercato internazionale: “Oltre alla Germania e alla Svizze-ra siamo approdati sulla costa oc-cidentale dell’America e tra i piani futuri c’è il Regno Unito”.

Terra Moderna 55 ha ricevuto l’ap-prezzamento di Giorgio Napolitano con la seguente motivazione: “Per-ché esalta il senso di appartenenza al Paese”. Due i profumi, all’aceto balsamico e alla ciliegia, sono stati omaggiati all’ex Presidente della Repubblica e alla signora Clio.

IL PROFUMO DEI RICORDI

26/11/16 – Ciao Emilia – Discovering Emilia with its tradition, culture, arts, food and landscape

Ricordi d’infanzia si trasformano come per incanto in musa ispiratrice, in un mondo da raccontare attraverso il quinto senso: l’olfatto. Così nasce la storia dei profumi di Terra Moderna 1955 di Daniele Cappello Riguzzi. Una storia che parte da lontano e che trova le sue origini in Emilia, nelle colline alle porte di Modena, più precisamente Castelvetro, quel piccolo borgo fatto di una manciata di case che si sviluppa tra le colline del Lambrusco. I profumi di Terra Moderna, raccontano attraverso le loro fragranze momenti che appartengono all’immaginario collettivo, memorie legate ad un territorio specifico come Rosso Zocca, Azzurro Adriatico, oppure la tradizione legata al processo produttivo del Lambrusco come Vinaccia Lambrusco.

L’eredità del vissuto si trasforma e diventa una fragranza che il suo creatore ha voluto racchiudere in pregiati profumazioni. La collezione è fatta da un numero limitato di riproduzioni ed è in continua evoluzione. Le emozioni che scaturiscono alla vista di un paesaggio, i sentimenti che riaffiorano alla mente sentendo un odore sono un’identità viva ed infinita che porta con sé una grande passione e arte della profumeria. La semplicità di indossare profumazioni così ricche di significato racchiude una profonda eleganza, ed è anche per questo che Daniele distribuisce i suoi profumi attraverso una selezione curata di punti vendita, che possano raccontare essi stessi la magia che si nasconde dietro a questo progetto imprenditoriale, che ha raccolto l’entusiasmo e la curiosità di un pubblico internazionale.

Una passione portata avanti con tenacia e che ha richiesto anche scelte di vita e cambiamenti da parte del suo creatore, il quale dopo aver lavorato per diversi anni come professionista in aziende di fama internazionale,  a 50 anni ha deciso di dare una svolta e di cambiare direzione, facendosi guidare dall’istinto e dallo spirito originale che lo contraddistingue.

TerraModerna nasce in Emilia, come a celebrare un legame indissolubile tra il suo fondatore e i luoghi della sua infanzia, dove il più umile degli odori può dare vita a ricordi legati al territorio. Daniele racchiude quell’emozioni  nei suoi profumi e attraverso la loro alchimia ci racconta la sua storia.